Guattani 16

Un futuro possibile

Speciale 30 anni 2016 numero 1

Prospettive di rinnovi amministrativi: la nostra Associazione è già pronta

Un futuro possibile

L’area metropolitana di Milano sta svolgendo un ruolo sempre più importante nel tessuto socio economico del nostro Paese. Da capitale d’Italia per capacità produttiva e vivacità del proprio sistema imprenditoriale, la città ha assunto negli ultimi anni il ruolo propulsivo di “motore di modernità e di nuovo sviluppo” del nostro Paese.

Definizione questa che gli è stata recentemente attribuita dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il modello Milano dimostra, infatti, che la competitività di un territorio è strettamente  connessa alla capacità delle aree urbane di attrarre attività economiche e popolazione. Proprio quello che è accaduto e sta ancora accadendo a Milano i cui dati dimostrano che la città non è mai  stata così viva e attiva: oltre 200 mila gli studenti residenti solo nella città universitaria, ben 3100 sedi di multinazionali straniere e ben 123 imprese con un fatturato superiore al miliardo euro.

Anche il settore dell’edilizia è in fermento, nonostante gli anni di dura crisi.

Milano è stata la prima delle grandi città a mostrare segnali d’inversione del trend negativo già dal 2013, trainando di fatto la ripresa delle compravendite residenziali. Una dinamica che si è  rafforzata nel 2015 con un ulteriore aumento del 13,4% rispetto all’anno precedente, grazie, in particolare, alla capacità di Milano di attrarre investimenti dall’estero.

Secondo il rapporto “Emerging Trends in Real Estate Europe 2016” pubblicato da PwC e Urban Land Institute, Milano risulta l’ottavo mercato europeo più attrattivo per gli operatori, con 4 miliardi di  euro investiti tra la fine del 2014 e l’autunno del 2015.

Non può che provenire dunque da quest’area metropolitana e dalla sua forza imprenditoriale e associativa un decisivo stimolo alla definizione di modelli produttivi, fortemente innovativi e improntati all’efficienza. E questo deve valere anche per il settore delle costruzioni, che vede una domanda crescente di prodotti legati non solo a un bisogno primario (bene casa) ma anche alla ricerca del
proprio benessere.

Milano sta a Italia come Assimpredil sta ad Ance.

Una sinergia indispensabile per fornire alle politiche associative la giusta spinta verso il rinnovamento e il superamento di vecchi schemi mentali e imprenditoriali, che rischiano di frenare lo sviluppo e la modernizzazione del settore e del modo di fare associazione.

Sono certo che Assimpredil non farà mai mancare ad Ance il proprio ruolo di pungolo e di molla propulsiva a cui Dedalo potrà fornire
un’importante cassa di risonanza all’interno del nostro sistema.

Claudio De Albertis, Presidente, ANCE


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Claudio De Albertis

TAGS: , ANCE, area metropolitana, costruzioni, edilizia, Milano

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits