Investimenti

Piano di sviluppo del mercato ortofrutticolo di Milano: partono i lavori

Che cosa merita Milano 2020 numero 22

Milano, capitale del Food in Italia, finalmente avrà...

Piano di sviluppo del mercato ortofrutticolo di Milano: partono i lavori

 

Milano, capitale del Food in Italia, finalmente avrà un Mer­cato all’ingrosso all’altezza di una città tesa ai modelli delle grandi capitali europee, che offrirà servi­zi innovativi per operatori e consu­matori, concepito secondo i valori di qualità e di sicurezza alimen­tare, di sostenibilità ambientale e d’innovazione.

Foody - Mercato Agroalimentare Milano, già oggi tra i più grandi ed importanti mercati all’ingrosso di tutta Europa, composto da 4 merca­ti - Ortofrutta, Ittico, Fiori e Carni – oltre 1 miliardo di €/anno di merci scambiate e 10 milioni di consuma­tori serviti, cambia marcia guardan­do proprio ai modelli virtuosi.

Il progetto di riqualificazione approvato a fine 2018 passa, ora, alla fase attuativa grazie all’au­mento di capitale di 273 milioni di euro formalizzato il mese scorso. Un evento eccezionale e decisivo per le sorti di Sogemi, che, per con­to del Comune di Milano, gestisce i mercati all’ingrosso della città: 49 milioni di euro per cassa e 224 milioni di euro in natura attraverso il conferimento da parte dell’azio­nista Comune di Milano della pro­prietà fondiaria e immobiliare del comprensorio agroalimentare.

Con un investimento com­plessivo di oltre 100 milioni di euro entro il 2022, il pro­getto prevede: un nuovo Padi­glione Ortofrutta, rivisto in chiave più moderna e innovativa; una nuova piattaforma logistica che sarà punto di riferimento per le at­tività complementari; un rinnovato Palazzo Affari, che seguirà una progressiva riqualificazione per di­venire un polo per aziende e pro­fessionisti italiani e internazionali che operano nella filiera agroali­mentare, offrendo spazi lavorativi di smart working e co-working e servizi pensati per soddisfare le necessità odierne e future.

“Negli ultimi 20 anni abbia­mo assistito ad una progres­siva perdita di competitività a causa di piani di sviluppo mai approvati (8 in 20 anni) e dell’assenza di adeguati inve­stimenti per una struttura costruita nel 1965 e ormai inefficiente” – afferma Cesare Ferrero, Presiden­te Sogemi. “I mercati di Madrid, Parigi, Barcellona, con volumi di transazioni superiori a 2 miliardi di euro ci dimostrano il potenziale di queste strutture strategiche per il commercio, l’approvvigionamento e la distribuzione alimentare delle grandi città. Abbiamo perso mol­to tempo, ma il nostro potenziale di crescita può ancora esprimersi appieno.”

Il progetto di riqualificazione partirà dalla costruzione del Nuovo Padiglione Ortofrutta (NPO) comprensivo del Mercato Ortofrutticolo e di una Piattaforma Logistica dedicata, area che sarà completamente rinnovata secondo logiche di efficienza e sostenibili­tà. La consegna dei lavori pre­vista per il 2022 ci restituirà un Padiglione Ortofrutta moderno e innovativo, con una ricca offerta di prodotti ortofrutticoli freschissimi grazie alla presenza di 114 gros­sisti e 97 produttori locali.

Sarà un Mercato dove è garantita la sicurezza alimentare dei prodot­ti venduti – oltre 11 mila tonnellate ogni anno – lungo tutta la filiera e dove viene valorizzata la produ­zione locale.

La riqualificazione sarà ac­compagnata anche da un lavoro capillare di costruzio­ne di una nuova identità in linea con il nuovo Mercato. Foody-Mercato Agroalimentare Milano è il nuovo brand che ac­compagnerà tutta la comunica­zione e le attività commerciali dei mercati all’ingrosso di Milano.

Foody, il noto simbolo di Expo2015, riconosciuto nel mon­do come emblema di qualità, fre­schezza, biodiversità dei prodotti agroalimentari, ambasciatore di una cultura dell’alimentazione in­novativa e sostenibile, attenta all’e­quilibrio del pianeta, oggi rappre­senta il Mercato Agroalimentare Milano, i suoi valori e ciò in cui si sta trasformando.

“Per il futuro – continua Fer­rero – auspico che il Merca­to Agroalimentare Milano si trasformi ed evolva in un polo di innovazione e speri­mentazione per tutta la filie­ra agroalimentare italiana. Con i suoi marchi di qualità Foody e MIM (Mercato Ittico Milano), una nuova logistica più sostenibile, una presenza più capillare attraverso i mercati di quartiere, il Mercato Agroalimentare Milano conqui­sterà una sua nuova identità per la città, con la sua rete di dettaglianti e ristoratori, e per i milanesi.”

Foody - Mercato Agroalimen­tare Milano pone grande at­tenzione anche al tema socia­le del recupero alimentare. Il Mercato rappresenta una fonte di approvvigionamento preziosa per più di 60 associazioni onlus pre­senti sul territorio milanese: Sogemi partecipa, infatti, con un contribu­to fattivo dei propri operatori, alla donazione di prodotti alimentari alle Onlus Banco Alimentare, Pane Quotidiano e Caritas.

I lavori sono partiti, il primo cantiere riguarda la realizzazione della Piattaforma Logistica Orto­frutta a servizio del Nuovo Padi­glione Ortofrutta, mentre nei pros­simi mesi verrà abbattuto il primo vecchio padiglione del mercato or­tofrutticolo per fare spazio ai nuovi edifici.

Il progetto Foody 2025 permetterà al Mercato Agroalimentare Milano di essere un Mercato all’ingrosso al passo con i tempi che offrirà servizi innovativi per operatori e consumatori, concepito secondo i valori di qualità e sicurezza ali­mentare, sostenibilità ambientale e innovazione.

 

 


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Redazione

© 2021 - Assimpredil Ance - Credits - Privacy