Bandiere

Ex Filanda di Sulbiate

Città digitali 2016 numero 4

Fantin Costruzioni Edili Spa

Ex Filanda di Sulbiate

L’ex Filanda di Sulbiate, pregevole esempio di archeologia industriale risalente al 1923, è stata trasformata nella “Fabbrica del Saper fare”, un centro sperimentale di servizi che consenta scambi tra attività più strettamente imprenditoriali (produttive, artigianali, commerciali) e attività educative e culturali, svolgendo un ruolo di attrazione locale e territoriale. L’inaugurazione è avvenuta nel settembre 2016.

Il restauro:

Il restauro della Ex Filanda è stato progettato dagli architetti fiorentini Francesca e Carlo Blasi e, in fase di gara di appalto, sviluppato sotto il profilo architettonico, strutturale ed impiantistico da un pool di professionisti coordinati dallo Studio di architettura Spreafico e dall’Impresa Fantin costruzioni edili S.p.a. in progetto esecutivo conservando le linee guida del progetto del bando di gara di appalto.

L’intervento di recupero e restauro conservativo della Ex Filanda, posta sotto la tutela dei beni artistici e monumentali, è stato realizzato dall’Impresa Fantin di Milano con la Direzione dei Lavori degli architetti Francesca e Carlo Blasi hanno puntualmente risolto, sviluppato e definito i dettagli costruttivi e le problematiche di volta in volta incontrate.

L’edificio, rimasto in stato di abbandono da decenni,  era costituito da una casa padronale, riportata con l’intervento al suo volume originale, dal corpo produttivo e da un rustico demolito e sostituito da un nuovo volume  per alloggiare la centrale termica.

Gli interventi principali hanno interessato il rifacimento, il consolidamento e l’isolamento termico della copertura; il ripristino delle forme originali, il restauro del le muratura in laterizio del corpo produttivo ed il suo consolidamento statico realizzando quattro telai di controventatura che hanno anche la funzione di suddividere il corpo produttivo in tre spazi separati di utilizzo, la realizzazione dei vespai che nella villa padronale ha comportato la rimozione ed il riposizionamento dei pavimenti originali in marmette di cemento,  uno scannafosso perimetrale l’edificio, e la realizzazione di un impianto geotermico ed un impianto fotovoltaico; oltre al restauro dei soffitti lignei ed il recupero delle terrazze e della scala esterna in pietra.

I nuovi volumi annessi all’impianto originale, la centrale termica ed il vano ascensore, sono stati progettati e realizzati con un linguaggio architettonico che sottolinea la volontà di rifiutare, da parte dei progettisti, qualsiasi mimetismo

Il miglioramento sotto il profilo energetico e di isolamento del grande corpo di fabbrica è stato raggiunto realizzando delle contro pareti coibentate ed un secondo ordine di finestre interne che hanno permesso la conservazione dei serramenti esterni originali

Fantin Costruzioni Edili Spa


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Redazione

TAGS: Filanda Sulbiate, imprese associate Assimpredil Ance, imronte, Restauro, restauro architettonico, restauro conservativo, riqualificazione, Sulbiate

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits