Imbarco immediato

Costruire a Praga

Crescere? 2016 numero 3

L’interscambio commerciale tra Italia e Repubblica Ceca, in costante aumento...

Costruire a Praga

L’interscambio commerciale tra Italia e Repubblica Ceca, in costante aumento negli ultimi anni, nel primo semestre 2016 ha registrato una crescita del 13,7% rispetto allo stesso periodo del 2015 con valore complessivo pari a 6,02 miliardi di euro. Le esportazioni italiane sono aumentate del 9,8%, a circa 2,8 miliardi di euro: questa crescita consolida l´Italia alla sesta posizione nella classifica dei maggiori partners commerciali (la quota di export italiano e in realta superiore in quanto molti prodotti italiani vengono importati nel paese dalle rappresentanze austriache o svizzere delle societa italiane). I settori trainanti dell’export italiano verso la Repubblica Ceca sono l’industria e i settori tecnologici, macchinari e apparecchiature, mezzi di trasporto, prodotti della metallurgia, autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, elettrodomestici e apparecchiature elettroniche, macchinari per l’industria manifatturiera. In crescita i macchinari per l’industria energetica e il   comparto dei beni di consumo per l’industria manifatturiera, tra cui abbigliamento e moda, e moderatamente, i beni dell’industria chimica e i beni semilavorati.

La Repubblica Ceca si e confermata come il migliore Paese per gli investimenti esteri nella regione centro-est dell’Europa secondo il BDO International Business  Compass (nella classifica mondiale la Repubblica Ceca e al 26° posto).

Nella prima parte del 2016 continua il trend positivo dell’economia: PIL +3,1%, con previsioni del 2,5% su base annua. Le stime per il quadriennio 2017-2020  indicano un tasso medio di crescita del PIL del 2,3%. Gli altri indicatori segnalano la perdurante solidita di questa economia, il rapporto deficit/PIL si attesta allo 0,6%, mentre il rapporto debito pubblico/PIL scende al di sotto del 41%, con ulteriori prospettive di diminuzione nei prossimi anni. Il tasso d’inflazione, in media  dello 0,4% nei primi cinque mesi dell’anno, e previsto attestarsi intorno allo 0,5% nel 2016 (l’inflation targeting del 2% stabilito dalla Banca Nazionale Ceca sara raggiunto soltanto alla fine del 2017).

Il bilancio pubblico ha registrato nel mese di giugno un surplus record di 40,6 miliardi di corone (circa 1,5 miliardi di euro). Tra i fattori che favoriscono il grande interesse nei confronti della Repubblica Ceca per gli investimenti e i capitali stranieri: la centralita geografica e il buono stato e costante sviluppo della rete  infrastrutturale, la solidita dell´economia locale, la presenza di manodopera qualificata a costi inferiori alla media europea con alti livelli di produttivita, una politica  industriale e fiscale favorevole agli investimenti degli operatori economici stranieri attraverso agevolazioni per gli investimenti e un efficace utilizzo di fondi europei e  programmi regionali nonchè con il finanziamento delle piccole e medie imprese con i Fondi strutturali dell’UE (Fondo europeo di sviluppo regionale - FESR),  l´assetto istituzionale e normativo stabile, la buona disponibilita di credito bancario.

La Banca Centrale Ceca ha deciso di mantenere bassi i tassi d’interesse e ha continuato il suo regime di intervento sulla corona per evitare la deflazione. Tali  decisioni hanno avuto importanti ripercussioni sul mercato immobiliare dando luogo a transazioni importanti nel 2015 a riprova dell'interesse degli investitori sia per gli spazi commerciali sia per quelli amministrativi grazie ad un incremento dell’attivita edile.

Il livello di costruzione e ritornato per la prima volta dal 2009 a valori pre-crisi: con l’attuale andamento del mercato un investimento immobiliare garantisce una  rivalutazione di valore e può produrre reddito sotto forma di canone d’affitto. Gli investimenti immobiliari nella Repubblica Ceca, secondo il nuovo rapporto  dell’agenzia CBRE, sono stati pari a circa 2,8 miliardi di euro.

L´area mantiene le condizioni per un’importante crescita economica in quanto il paese fornisce ancora rendimenti tra i piu alti dei Paesi dell’Europa Occidentale facendo cosi aumentare l’interesse delle banche nel finanziare nuovi progetti. Un altro fattore  rilevante e la forte espansione dei ricavi nel commercio al dettaglio.

Il settore piu dinamico e quello retail Transazioni di rilievo sono state registrate anche nel  settore dell’accoglienza, con la cessione di diversi hotel a Praga. Cresce l´interesse per gli immobili industriali, anche quelli grandi (piu di 50000 m2), e per gli uffici, aumenta il numero di persone che sceglie di acquistare casa grazie alla buona disponibilita delle banche a concedere il credito: il prezzo degli appartamenti  a Praga negli ultimi due anni e cresciuto del 30% e questo trend molto favorevole per gli investitori si conferma anche per il prossimo futuro.

Negli investimenti privati il mercato e effervescente e premia chi si applica con capacita soprattutto tecniche. Le autorizzazioni urbanistiche sono rapide, chiare e  funzionali, certamente piu mirate e semplici rispetto all’Italia. Per quanto concerne gli appalti pubblici nel primo semestre si e registrato un vero boom: il numero  degli appalti indetti tra gennaio e giugno e cresciuto del 13,3% a quasi 5500 appalti. Il valore complessivo e aumentato del 6,7% a circa 192 miliardi. Si tratta del  punto piu alto negli ultimi cinque anni con un picco in giugno con gare d’appalto indette per piu di 33 miliardi di corone.

Attualmente il mondo degli appalti pubblici sta attraversando una fase di transizione da un mercato con pochi partner locali ad una realta piu europea con vari competitor che provano a inserirsi in una gestione degli appalti in profonda evoluzione. Anche in questo settore la Pubblica amministrazione e gli investitori  privati utilizzano fondi europei per concretizzarne i progetti. Nonostante il regime operativo sia certamente invitante, vista la prossima modifica normativa in materia, le regole non sono ancora chiare e pertanto il settore attraversera una fase di assestamento normativo.

In questo contesto di fermento economico lo Studio Legale N-C.S. advokatni kancelař s.r.o., primo Studio Legale Associato interamente italiano operante in  Repubblica Ceca, nato dalla collaborazione tra due realta professionali di ampia e consolidata esperienza nel mondo della consulenza legale, fiscale e aziendale, lo Studio Legale Associato Negri-Clementi di Milano e lo Studio Savino & Partners s.a. di Praga, conta sull’esperienza pluridecennale maturata dai professionisti dei due studi, in Italia e in Repubblica Ceca, nell’ambito di operazioni di rilievo sia nazionale che internazionale.

La struttura guidata stabilmente in loco dall´avvocato Livia Esposito dello studio legale Negri-Clementi di Milano si avvale e assicura alla propria clientela un team  dedicato composto da avvocati cechi perfettamente bilingui (ceco-italiano), con consolidata esperienza in diritto commerciale e societario, diritto civile, diritto  immobiliare sia in ambito stragiudiziale (contratti e operazioni straordinarie) sia in ambito contenzioso (procedimenti giudiziali ordinari e arbitrati) cui si affianca l’intera struttura milanese e i professionisti dello Studio Savino & Partners s.a.

CONTATTI:
N-C.S. advokátní kancelář s.r.o.
Máchova, 18/838 - Praga 2
120 00 Praga - CZ
Tel. +420 224934776 - Fax +420 224933967
livia.esposito@ncspraha.cz
Negri-Clementi Studio Legale Associato
Via Bigli, 2 - 20121 Milano
Tel. +39 02 303049 - Fax +39 02 76281352
info@negri-clementi.it

http://negri-clementi.it/it/home-3/


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Livia Esposito

TAGS: costruzione, edilizia, estero, internazionalizzazione, Praga

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits