Premio Essere Avanti 2021 numero 23

Un Premio utile a tutti noi

Dal Presidente

Molte sono state le motivazioni che...

Un Premio utile a tutti noi

Molte sono state le motivazioni che nel corso del mio mandato a Presidente dell’Associazione territoriale di Milano, Monza Brianza e Lodi ci hanno indotto alla costituzione del Premio Essere Avanti.

In primo luogo, la riconoscenza verso una persona che ha profuso impegno e passione, oltre ogni limite, per la propria Associazione e che ha dedicato ogni possibile sforzo, con l’obiettivo di trasferire idee e sollecitazioni che ci hanno spesso richiamato alla partecipazione e a credere che l’impegno associativo fosse una necessità.

In secondo luogo, per partecipare alla volontà di figli e di persone che gli furono vicini per molto tempo e che ci rinnovano, così, ogni anno, il ricordo e ci stimolano, nel nostro lavoro, a individuare innovazioni di processo, di prodotto e di materiali meritevoli di menzione partecipativa e fulcro della vita associativa.

Non vi è dubbio che lo scorso 2020 ci siamo posti nella condizione di chiederci se non fosse il caso di sospendere o posticipare il Premio a tempi migliori, considerando che l’emergenza Covid-19 ci guidava a ben altre priorità, e la vita associativa si concentrava sulla resa di servizi completamente diversi, sull’ accompagnamento digitale e sul metodo di comunicazione alle associate che, oggi, consolidato con le moderne piattaforme webinar, condizionerà inevitabilmente il futuro delle relazioni, interne ed esterne.

Con qualche perplessità, qualche dubbio, e alcune timidezze per la possibile reazione, abbiamo lanciato la seconda edizione, ben consapevoli che avremmo potuto fare un buco nell’acqua, da un lato, e altrettanto consapevoli che avremmo potuto attirarci critiche, dall’altro. Eravamo pronti, pertanto, a fare marcia indietro.

Ma il nostro sistema imprenditoriale non è un sistema comune. È un’eccellenza di imprenditori! Ci avete smentito! Perché? Perché Noi siamo abituati a lavorare nelle difficoltà. Noi siamo abituati a risolverle nel quotidiano.

Siamo, Noi, dei veri e propri “mostri” da questo punto di vista, e, presto o tardi, questa esclusiva capacità dovrà essere celebrata in ambito industriale con il grado che il settore delle Costruzioni merita e che quello degli imprenditori deve avere nel panorama delle professioni e dei mestieri. E infatti, pur nelle difficoltà, pur nell’emergenza, nel disorientamento, molti amici e colleghi hanno risposto e il Premio si è celebrato.

Un Premio che ci fa ricordare di essere vivi, un Premio che ci fa ricordare di essere utili, un Premio che ci fa ricordare di essere protagonisti. Nelle realizzazioni, nei brevetti, nelle idee, nelle commesse. Con o senza il Covid- 19, con o senza le restrizioni.

Noi esistiamo come settore industriale utile al Paese. Noi esistiamo anche attraverso questo Premio.

Sebbene l’intero iter di esame quest’anno si sia svolto nella inconsueta cornice di incontri webinar, il lavoro della giuria sia avvenuto sostanzialmente in modalità remota, la proclamazione del vincitore e la consegna dei premi si siano dovuti adattare a un modello inconsueto, ormai nostro per necessità, ebbene questa partecipazione, questi incontri, queste analisi, queste valutazioni e questi esiti ci hanno fatto ritrovare tutti quanti molto, molto più vicini. Una vicinanza che ha contribuito a mantenere la speranza, in un periodo così delicato.

Un Premio utile a tutti noi, un Premio serio, con progetti seri, con partecipanti seri.

Un evento vero, tangibile, che nel rinnovato auspicio di questi mesi per il ritorno alla normalità ci servirà, appena sarà possibile, a ritrovarci in presenza per celebrarne gli esiti e per essere il viatico di un ritorno agli incontri, alle relazioni personali, allo scambio di parole, pensieri, discussioni e abbracci dei quali abbiamo bisogno e dei quali il personaggio che celebriamo con il Premio è stato il più solerte e affezionato fautore della vita associativa, della sua storia e, certamente, del suo futuro.  

Marco Dettori, Presidente, Assimpredil Ance

Gennaio 2021


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Marco Dettori

TAGS: Innovazione, Premio Essere Avanti

© 2021 - Assimpredil Ance - Credits - Privacy