I commenti

Voi e noi, costruttori di futuro

Costruttori di città 2015 numero 42

Nel messaggio video appena visto c’era tutto: passione, coraggio, giusto valore dato ai collaboratori...

Voi e noi, costruttori di futuro

Siamo qui riuniti per celebrare questo importante settantesimo e non vorrei rovinare con le parole le belle immagini che abbiamo condiviso prima ed il messaggio che racchiudevano, per tutti noi.

Nel messaggio video appena visto c’era tutto: passione, coraggio, giusto valore dato ai collaboratori come sottolineato dal Sindaco. Molte volte basterebbero questi messaggi per evitare passaggi oratori ridondanti e spesso non abbastanza esaustivi. Da parte nostra prima di tutto un ringraziamento per avere invitato la Camera di Commercio a questo compleanno ed un grazie particolare al vostro presidente, all’amico Claudio, con cui da anni come Camera di Commercio collaboriamo per la valorizzazione delle nostre imprese e del territorio in cui operano. Questi 70 anni di Assimpredil sono un bilancio di successi ma indubbiamenete raccontano anche un bilancio di sacrifici, di storie e di imprese, di uomini e di donne che si rimboccano le maniche; 70 anni di storia di un’associazione che certamente è stato ricordato si intrecciano con la storia del nostro paese di tutto il nostro paese.

Assimpredil è nata in un anno cruciale per la nostra penisola e per l’Europa intera: negli anni del dopoguerra il nostro impegno andava tutto alla ricostruzione ed la vostra associazione si è trovata in prima linea ricoprendo un ruolo chiave nella ricostruzione della Milano che conosciamo, quella dei nostri giorni. Se Milano è un centro di innovazione e bellezze artistiche lo è anche se non soprattutto grazie a voi. I costruttori hanno accompagnato più di altri la città meneghina facendo svettare in città i suoi grattacieli, modificando lo skyline, ma anche recuperando palazzi e bellezze artistiche. Questo rinnovamento ha permesso a Milano di fare parte della famiglia delle grandi metropoli mondiali e conquistare il primo posto della classifica sulle migliori mete del 2015 come sottolineato dal New York Times.

La valorizzazione di Milano è anche opera vostra perché la vostra associazione ha svolto in tutti questi decenni un ruolo di grande attore con responsabilità sociale della città. L’associazione ha sempre messo ben in mostra le qualità delle imprese milanesi: il loro dinamismo, la loro forza, la loro capacità di evolvere nel tempo elaborando azioni ben visibili sul territorio. Uno dei progetti promossi dall’Associazione è Milano nei Cantieri dell’Arte, una delle attività svolte in collaborazione con Camera di Commercio. Si è trattato di una grande operazione di recupero del patrimonio milanese, ampiamente documentata nelle visite e nel sito, e di una preparazione seria e responsabile verso expo; un progetto preparato dalle grandi imprese del restauro che sottolinea la connessione tra mondo del lavoro, dell’ economia e della cultura come tre passaggi chiave per chi costruisce la città. Sono andato a vedere un passaggio di un discorso del vostro presidente Claudio De Albertis dove definisce i cantieri dell’arte uno straordinario terreno di dialogo tra società, arte impresa. Abbiamo anche raccolto questa esperienza in un bellissimo libro che raccoglie appunto l’esperienza di “ Milano nei cantieri dell’arte”. Edilizia, arte, restauro, artigianato: tanti segmenti di azioni accomunati da unico obiettivo: mostrare la bellezza di Milano agli occhi dei 20.mila visitatori stranieri di questi mesi in cui abbiamo Expo ma soprattutto anche dopo, quando i riflettori puntati sulla nostra città saranno spenti. Milano è nei giorni di Expo la vetrina delle eccellenze italiane. Noi come Camera di Commercio abbiamo creato occasioni per cogliere questa opportunità data da questo evento alle nostre imprese. Abbiamo aperto collaborazioni importanti con il Comune di Milano: i nostri tavoli tematici hanno coinvolto 800 imprese e organizzato 350 progetti; il nostro business matching ha permesso alle imprese di incontrare imprese straniere in città; expo in città ha quasi 20.000 appuntamenti culturali e scientifici. Tutte inziative che devono avere un impatto anche dopo Expo.

Giustamente il vostro Presidente ha rivolto già un pensiero al dopo, al futuro dell’area, ed ha proposto un luogo polifunzionale per ospitare la XXI esposizione internazionale dell’architettura, Expo dopo Expo; sia questa proposta che quella del polo scientifico incrociano l’idea di Camera di Commercio di creare una “cittadella dell’ innovazione”. Con Expo stiamo guardando al futuro noi così come Assimpredil.

Voglio concludere con poche battute di una scrittrice francese che nell’”Eleganza del riccio” dice: “Ecco a cosa serve il futuro. A costruire il presente con veri progetti di vita.”.

Ecco io credo che questi vostri settant’anni dimostrino che state costruendo progetti di vita con i quali state contribuendo al futuro della nostra economia ed allo sviluppo del nostro territorio.

Carlo Sangalli, Presidente Camera di Commercio di Milano

Guarda il video Costruttori di città


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Carlo Sangalli

TAGS: Assimpredil Ance, Milano

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits