Rapporti sindacali

Riscrivere la disciplina del contratto di apprendistato? Fatto!

2050 Il futuro è già qui 2019 numero 16

Lo scorso luglio, in sede di rinnovo del contratto collettivo nazionale..

Riscrivere la disciplina del contratto di apprendistato? Fatto!

Lo scorso luglio, in sede di rinnovo del contratto collettivo nazionale, era stata decisa la costituzione di un’apposita Commissione paritetica nazionale allo scopo di rivedere integralmente la disciplina contrattuale relativa ai rapporti di lavoro in apprendistato.

La Commissione, a cui ha partecipato attivamente anche la nostra Associazione, ha raggiunto il proprio obiettivo e, lo scorso 4 aprile, le Parti sociali nazionali hanno sottoscritto il nuovo articolo 92 del c.c.n.l. per i dipendenti delle imprese edili ed affini che modifica la disciplina del contratto di apprendistato, applicabile ai contratti di apprendistato stipulati a decorrere dal 1° aprile 2019.

Senza voler entrare nel merito del contenuto tecnico della nuova regolamentazione contrattuale, ritengo però utile evidenziare che la novità più significativa, peraltro suggerita da diverse imprese associate, risulta essere la percentualizzazione della retribuzione spettante all’apprendista che si configura come il meccanismo più idoneo rispetto ad un percorso professionale di crescita e qualificazione professionale che dovrebbe realizzarsi in un determinato lasso di tempo in relazione al contesto aziendale in cui viene avviato l’apprendistato.

Inoltre, non era più differibile la necessità di un adeguamento contrattuale dell’istituto dell’apprendistato alle vigenti previsioni di legge, anche al fine di permettere alle imprese del nostro settore di poter cogliere e sfruttare tutte le possibilità ed opportunità offerte dal contratto di apprendistato.

Ciò posto, le altre tematiche individuate dal rinnovo del c.c.n.l. 18 luglio 2018 continuano ad essere oggetto dei lavori, affidati alle singole Commissioni paritetiche nazionali a ciò incaricate, rispetto ai quali auspichiamo di poter comunicare a breve importanti aggiornamenti, non da ultimo relativamente alla possibilità di introdurre nuove premialità a favore delle imprese virtuose e meritevoli iscritte alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza, aggiuntive rispetto a quelle introdotte in occasione dell’ultimo rinnovo del contratto integrativo, che le imprese aventi titolo hanno potuto richiedere anche quest’anno sino allo scorso 15 aprile.  

 

Dario Firsech, Vice Presidente Rapporti Sindacali, Assimpredil Ance

Giugno 2019


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Dario Firsech

TAGS: Cassa Edile, contratto di lavoro, CPT, Enti Bilaterali, ESEM, imprese edili, Lavoro, rapporti sindacali

© 2019 - Assimpredil Ance - Credits - Privacy