Centro studi

Per tornare a crescere: una nuova politica urbana

Crescere? 2016 numero 3

Un fatto oramai imprescindibile: “L’Unione Europea è una delle aree...

Per tornare a crescere: una nuova politica urbana

Un fatto oramai imprescindibile: “L’Unione Europea è una delle aree più urbanizzate del mondo. Oggi più del 70% dei cittadini europei vive in un’area urbana. Le Nazioni Unite prevedono che nel 2050  questa percentuale raggiungerà l’80%”.

Così inizia il preambolo dell’Agenda Urbana Europea, lanciata nel 2016, che si propone di ottenere un migliore quadro normativo e regolamentare, un miglior utilizzo dei fondi europei e una diffusione della conoscenza e delle esperienze dei casi di successo nello sviluppo delle città.

È certo che in Italia la zona che sarà maggiormente interessata da questo fenomeno di concentrazione della popolazione sarà l’area urbana di Milano. Le recenti trasformazioni che hanno interessato Milano e i prossimi progetti di sviluppo di importanti edifici o aree milanesi da parte di investitori internazionali sono una chiara manifestazione di questa tendenza.

Il rinnovamento e lo sviluppo dovrà riguardare tutte le parti della città: uno sviluppo che si concentrasse solo nelle zone più pregiate, trascurando le periferie, rischierebbe di creare anche a Milano quelle tensioni sociali che si sono già chiaramente manifestate in altre città europee.

Al tema della rigenerazione urbana e del  recupero delle periferie è da tempo rivolta l’attenzione di ANCE che proprio in occasione dei festeggiamenti per i settant’anni, prima, e poi in occasione della recente assemblea generale, ha ribadito  l’importanza di questo tema per il futuro del Paese.

Il punto da cui partire è rappresentato dall’individuazione di strumenti che consentano di intervenire sulla città esistente senza innescare processi di  consumo di suolo, risorsa ormai quanto mai scarsa soprattutto nella nostra regione.

Il primo passo è quello di promuovere concretamente la sostituzione edilizia, evitando operazioni di ristrutturazione dove  il rapporto costi-benefici è insostenibile.

Tre sono le leve per avviare un efficace progetto di rigenerazione urbana:

  1. Risorse: programmazione organica ed efficace dei fondi pubblici disponibili.
  2. Fisco: politiche fiscali per garantire la convenienza economica degli interventi di riqualificazione.
  3. Norme: semplificazione delle procedure urbanistiche e certezza dei tempi.

Torneremo su questi temi nei prossimi articoli.

Roberto Mangiavacchi, Vice Presidente Centro Studi, Assimpredil Ance


Ti รจ piaciuto l'articolo?
Autore: Roberto Mangiavacchi

TAGS: centro studi, crescita urbana, sviluppo immobiliare

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits