Tecnologia ed innovazione

L'economia circolare come driver di crescita

Che cosa merita Milano 2020 numero 22

per il settore delle costruzioni.

L'economia circolare come driver di crescita

Il settore delle costruzioni, nonostante la pesante crisi dell’ultimo decennio e la vicina situazione di emergenza legata a Covid-19, resta una delle attività chiave per la ripresa economica. L’edilizia del futuro ha tra i suoi obiettivi trainanti la rigenerazione urbana, l’efficienza energetica, la qualità del costruito e l’ambiente. L’edilizia è di fatto la leva principale per la rigenerazione urbana sostenibile del territorio e delle sue infrastrutture, dei luoghi dove viviamo e lavoriamo, degli spazi pubblici e del patrimonio costruito. Un importante driver di crescita per il settore è rappresentato sicuramente dall’economia circolare.

Assimpredil Ance ormai da alcuni anni ha avviato un percorso in questa direzione: è tra i componenti e soci fondatori dell’Osservatorio per la Green Economy dell’Università Bocconi e nello scorso triennio ha portato avanti un progetto di economia circolare volto a fare formazione ma anche a definire un possibile modello/metodo per avvicinare l’impresa di costruzione a questo mercato.

Nel mese di aprile 2018 è stato elaborato un primo questionario volontario rivolto ai soci Assimpredil Ance e, con l’obiettivo di approfondire ulteriormente l’analisi, un secondo questionario è stato inviato nei mesi di agosto e settembre 2020.

Attraverso il questionario saranno mappate le “azioni circolari” attuate nei principali ambiti che caratterizzano l’attività di costruzione, rispettivamente: progettazione, approvvigionamento dei materiali/prodotti, logistica, gestione del cantiere, produzione e raccolta dei rifiuti, certificazioni e standard, ricerca e sviluppo, governance.

Saranno inoltre raccolte le opinioni delle imprese sugli ostacoli, i vantaggi e le eventuali misure decisionali ritenute utili per migliorare l’adozione di tale modello economico, indirizzato ad una maggiore sostenibilità sociale ed ambientale dei processi produttivi.

In questi anni l’interesse della base associativa è cresciuto e su iniziativa di imprenditori lungimiranti, sono nate alcune esperienze imprenditoriali con applicazione di vari modelli di business.

L’Associazione nella sua attività di supporto e di consulenza ai soci ha potuto seguire queste esperienze e ha rilevato un grande potenziale di cambiamento. La strada verso l’economia circolare del settore costruzioni è ancora in salita, ma i tempi sono ormai maturi per un passo decisivo.

 

Roberto Mangiavacchi, Vice Presidente Tecnologia e Innovazione, Assimpredil Ance

Ottobre 2020


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Roberto Mangiavacchi

TAGS: circulareconomy, economia circolare, edilizia, green building, rigenerazione urbana

© 2021 - Assimpredil Ance - Credits - Privacy