Rapporti sindacali

Il sistema bilaterale è l'arma che ci farà battere la crisi

Speciale 30 anni 2016 numero 1

Regolarità, sicurezza, legalità. Sono, e devono essere, sempre di più le nostre linee guida...

Il sistema bilaterale è l'arma che ci farà battere la crisi

Regolarità, sicurezza, legalità. Sono, e devono essere, sempre di più le nostre linee guida, le parole chiave per trovare le risposte a una crisi che ha attanagliato il settore duramente e che ancora stenta a mollare la presa. Il sistema bilaterale è lo strumento necessario per andare avanti, ricercando il giusto equilibrio per coniugare le necessità del cantiere e l’applicazione dei nostri valori.
Il primo passo importante è l’attuazione del contratto dell’edilizia a salvaguardia del nostro settore. L‘ultimo rinnovo è del luglio del 2014, ma ancora oggi parte degli accordi non sono stati messi a regime. In particolare quei punti volti all’efficentamento e alla riorganizzazione degli Enti bilaterali che comportano necessariamente scelte coraggiose e capacità di traguardare lontano. Occorre farlo rapidamente per ribadire la volontà delle parti di non arrendersi alla congiuntura finanziaria che ha portato alla crisi dell’edilizia e del mercato immobiliare. Bisogna farlo per rilanciare un settore che ha dimostrato nei fatti che il proprio modello della bilateralità ha conseguito negli anni eccellenti risultati. Serve farlo per ribadire che il vero valore della bilateralità è la concertazione, nonostante i tempi duri possano creare tensioni tra le parti.

Dobbiamo mettere in campo il massimo sforzo per trovare il centro, il punto di incontro anche sui temi più delicati e controversi.

Non possiamo ignorare l’impegno che i nostri Enti mettono in campo quotidianamente per la formazione, per la tutela della sicurezza e della salute e per la regolarità nei luoghi di lavoro. Un impegno importante i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti: vi sono esempi eclatanti di quanto questo sistema possa ottenere. Per citarne uno su tutti, basti pensare al recente progetto per il cantiere Expo che ha visto i nostri Enti bilaterali coinvolti congiuntamente con le istituzioni, prima fra tutti Inail, in un progetto di prevenzione che ha contribuito a una sensibile riduzione degli infortuni e alla totale assenza, durante i lavori per la realizzazione del Sito Espositivo, di incidenti gravi e mortali.
Non possiamo permetterci di privare le generazioni future di un modello che ha avuto negli anni e dovrà avere nel prossimo futuro un ruolo sociale e di catalizzatore per tutto il mondo dell’edilizia.
La nostra Associazione è pronta a fare la sua parte per dare il proprio contributo.

Dario Firsech, Vice Presidente ai Rapporti Sindacali, Assimpredil Ance


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Dario Firsech

TAGS: rapporti sindacali

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits