Le analisi

Il futuro delle costruzioni

Ripartire dal Fidec 2018 numero 14

Negli ultimi decenni la rivoluzione digitale ha trasformato il...

Il futuro delle costruzioni

Introduzione

Negli ultimi decenni la rivoluzione digitale ha trasformato il mondo in cui viviamo, creando nuovi prodotti e nuovi modi di scambiare le informazioni. In molti settori l’innovazione tecnologica e digitale si è accompagnata ad un forte incremento di produttività. Il settore delle costruzioni è stato molto più lento di altri nell’adozione delle nuove tecnologie e la produttività a livello di sistema non è migliorata. La durata dei cantieri odierni non è molto diversa da quella dei cantieri degli anni ’30 o ’50; basti pensare che l’Empire State Building fu progettato e costruito in soli 20 mesi (firma del contratto con i progettisti nel settembre 1929 e inaugurazione del grattacielo il 1 maggio 1931). Molte le cause di questa situazione: la frammentazione del settore, dei meccanismi contrattuali che spingono alla conflittualità e la conseguente mancanza di collaborazione fra i diversi soggetti della filiera, le difficoltà nel trasferire le conoscenze e le esperienze da un progetto all’altro. Tuttavia, negli ultimi anni si sta assistendo a un forte cambiamento; nascono nuovi attori che sperimentano tecnologie costruttive off-site (IKEA con i suoi esperimenti di costruzione modulare), arrivano sul mercato nuovi materiali, il BIM viene richiesto da molti committenti privati e adottato spontaneamente da alcune imprese, lo scanning 3D, l’utilizzo dei droni o della realtà aumentata sono passati dallo stadio di prototipi a prodotti commerciali. Anche sul fronte dei modelli contrattuali si registra una ricerca tesa a superare il modello classico conflittuale e si sperimentano forme collaborative. A livello di organizzazione del lavoro si incomincia a parlare di lean construction e si diffondono software per la gestione e condivisione delle informazioni.

Missione e attività della commissione Innovazione e Tecnologia

La linea Innovazione e Tecnologia di Assimpredil Ance si prefigge di diffondere fra le imprese associate la conoscenza delle innovazioni di prodotto e di processo più interessanti per permettere alle imprese di avvantaggiarsi delle nuove tecnologie e dei nuovi metodi costruttivi e organizzativi. Verrà formato a breve un comitato scientifico che supporti l’Associazione nella individuazione dei temi di maggiore interesse per le imprese e verranno organizzati degli incontri di presentazione da parte di chi già sta sperimentando nuove tecnologie o nuovi metodi. Nel mio lavoro sarò affiancato da tre Consiglieri Delegati, Giovanni Deleo, Virginio Trivella e Paolo Riva, che si occuperanno rispettivamente di Digitalizzazione e BIM, Energia e sistemi di incentivazione, Criteri Ambientali Minimi e materiali

 

Roberto Mangiavacchi, Vice Presidente Tecnologia e Innovazione , Assimpredil Ance

Novembre 2018


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Roberto Mangiavacchi

TAGS: BIM, CAM, digitalizzazione, edilizia sostenibile, energia, green economy, Innovazione, rigenerazione urbana

© 2019 - Assimpredil Ance - Credits - Privacy