Centro studi

I dati e le previsioni indicano il nuovo Rinascimento di Milano

Ricostruire 2017 numero 6

Ci sono vari indicatori che, sempre di più, esprimono la posizione di Milano nella...

I dati e le previsioni indicano il nuovo Rinascimento di Milano

Ci sono vari indicatori che, sempre di più, esprimono la posizione di Milano nella griglia di partenza verso la rinascita, e credo che si possa affermare che la nostra città si è guadagnata, a buon diritto, la pole position. Lo dicono, anzitutto, i numeri del mercato immobiliare.

I dati che emergono dal recente Osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni, pubblicato da Ance a gennaio 2017, e di cui pubblichiamo alcuni esiti in queste pagine, ci dicono che Milano è la città italiana in cui per il 2016 si registra il miglior trend positivo per il settore immobiliare: la ripresa del mercato a Milano si evidenzia principalmente nell’aumento sostanziale del numero di compravendite effettuate nel 2016 rispetto al 2015, nell’ordine del 21,9%, rispetto a una percentuale del 13,4 dell’anno 2015 rispetto al 2014. Non solo, ma con riferimento all’anno appena iniziato, si prospetta, almeno con riferimento al comparto residenziale, un ulteriore moderato aumento sia dei contratti di compravendita che dei contratti di locazione.

Insieme a questi dati, bisogna tener presente, come bene ha espresso il CRESME nella sua recente ricerca sull’andamento demografico, il sensibile aumento delle famiglie che verranno ad abitare a Milano da oggi al 2035, calamita di un incremento demografico che vedrebbe aumentare gli abitanti cittadini, attualmente circa 1,35 milioni, da un minimo di 1,57 milioni a un massimo di 1,78 milioni di persone. E questo significa necessità di nuove case, di rinnovate infrastrutture, di nuovi posti (e spazi) di lavoro.

Non ultimo, a Cannes, nel corso del recente MIPIM, appuntamento quest’anno davvero ricco non solo di idee e di speranze, il Sindaco Sala, parlando ai grandi investitori, ha invitato a puntare su Milano, città attrattiva e dinamica, e con la popolazione in crescita, soprattutto giovani: per questo, ha detto, alla città servono nuove case, senza naturalmente consumare nuovo suolo.

È la chiave della rigenerazione, che in passato ha voluto dire City Life, Porta Nuova, Bicocca e Bovisa, e che adesso significa concretizzare un destino agli ex scali ferroviari e ai 180 edifici individuati quali edifici abbandonati in città, e quindi da riqualificare.

Il primo passo, a questo punto, è cambiare le regole: ma anche su questo la nuova Giunta sembra aver mosso i primi passi nella giusta direzione. Semplificazione delle procedure, razionalizzazione dei processi: anche la burocrazia deve cambiare faccia, per non farla perdere al primo cittadino e alla nuova governance che su questi temi sembra proprio avercela messa in modo deciso e consapevole. Solo così sarà davvero rinascimento.   

Roberto Mangiavacchi, Vice Presidente Centro Studi , Assimpredil Ance

Marzo 2017


Ti รจ piaciuto l'articolo?
Autore: Roberto Mangiavacchi

TAGS: analisi, centro studi, CRESME, previsioni, ricerche

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits