Rapporti organizzativi

Eletti gli 8 Probiviri di Assimpredil Ance

Fare lobby 2017 numero 9

In occasione dell’Assemblea Generale del 18 settembre scorso sono...

Eletti gli 8 Probiviri di Assimpredil Ance

In occasione dell’Assemblea Generale del 18 settembre scorso sono stati eletti i Probiviri dell’Associazione, che saranno in carica per il prossimo triennio.
Ecco i nomi: Giuseppe Asti, Francesco Frisia, Roberto Galbiati, Luigi Guzzetti, Rolando Guzzonato, Leonardo Lorenzani, Pietro Merlini e Giorgio Villazzi.

Quello dei Proboviri è un compito particolarmente importante e delicato perché sono l’organo di garanzia dell’Associazione e per tale motivo le elezioni avvengono in anno diverso da quello delle elezioni del Presidente e di tutti gli altri organi.

Oltre a pronunciarsi nei casi di eventuali controversie di natura associativa insorte fra gli associati e che non si siano potute definire bonariamente, è di loro esclusiva competenza l'interpretazione dello Statuto associativo e dei relativi Regolamenti applicativi. In particolare, si pronunciano sul Codice Etico di Assimpredil Ance, di cui sono chiamati a fornire interpretazioni, a verificarne l’effettiva osservanza e a determinare le sanzioni da applicare nei casi di violazione, in conformità a quanto da esso regolato.

Il Codice Etico di Assimpredil Ance, parte integrante delle regole associative da oltre 30 anni, nel 2011 ha fatto proprie le regole confindustriali di contrasto alla criminalità organizzata delle Regioni del Mezzogiorno. In base a tale recepimento, sono stati introdotti controlli in fase di iscrizione dei nuovi soci in relazione a carichi pendenti per reati di cui all’art. 416 bis (associazione di tipo mafioso) o delitti commessi avvalendosi delle condizioni previste dall’art. 416 bis del codice penale o al fine di agevolare l’attività delle dette associazioni (art.7 legge 12 luglio 1991, n. 203).

Tutte le imprese associate devono tenere comportamenti che non falsino, limitino o distorcano in qualsiasi modo la leale concorrenza. Costituiscono comportamenti dovuti, per gli associati e gli aderenti, la denuncia all’autorità giudiziaria, direttamente o attraverso i canali messi a disposizione dall’Associazione, di aver subìto un’estorsione o altro delitto che, direttamente o indirettamente, abbiano limitato la loro attività economica a vantaggio di imprese o persone riconducibili ad organizzazioni criminali.

 

Coloro che ricoprono cariche associative e sono coinvolti in reati di particolare gravità sono soggetti a specifiche sanzioni che, in relazione alla gravità del fatto, possono andare dalla censura alla sospensione, fino all’immediata decadenza dalla carica associativa.

 

Compito dei Probiviri è proprio quello di esaminare ed attuare le disposizioni del Codice Etico, in una materia che è indubbiamente di estrema delicatezza perché bisogna bilanciare con molta cautela l’esigenza di tutela della legalità con il garantismo costituzionale e, allo stesso modo, l’esigenza di dare un segnale forte contro la corruzione e la criminalità e la necessità di salvaguardare l’azienda e in primis l’occupazione.

Anche questa è una nostra sfida.

 

Liliana Bassetto, Vice Presidente Rapporti Organizzativi, Assimpredil Ance

Novembre 2017


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Liliana Bassetto

TAGS: Assimpredil Ance, Codice Etico, Legalità, Probiviri, vita associativa

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits