Rapporti sindacali

Cassa Edile, anima e motore del sistema delle costruzioni

Città digitali 2016 numero 4

Le Parti Sociali di Milano, Lodi, Monza e Brianza hanno recentemente...

Cassa Edile, anima e motore del sistema delle costruzioni

Le Parti Sociali di Milano, Lodi, Monza e Brianza hanno recentemente elaborato e sottoscritto il Piano Industriale della Cassa Edile. Il contesto di riferimento, pur caratterizzato da una debole ripresa del mercato, continua a segnare  una contrazione della massa salari e dei lavoratori iscritti alla Cassa nelle tre province.

Il Piano, muovendosi tra il complicato contesto economico e i parametri di riferimento fissati a livello nazionale, ha l’obiettivo di mantenere invariata la contribuzione a carico delle imprese nel prossimo triennio, al 2,5% di  contribuzione come previsto a livello nazionale, razionalizzando e migliorando le prestazioni fornite, riducendo i contributi agli Enti Bilaterali in virtù della costituzione dell’Ente Unificato e incentivando il contenimento dei costi di funzionamento della Cassa stessa.

La mera contribuzione, le prestazioni, i costi di funzionamento e la massa salari fanno però dimenticare spesso cosa significa per il nostro sistema e perché esiste la Cassa Edile; ci piace così ricordare che è stato quasi un secolo fa (il 1° Aprile 1919) che un accordo tra il Collegio dei Capimastri e l’Associazione Mutua Miglioramento tra Muratori, Badilanti, Manovali e Garzoni di Milano ha dato vita al primo esempio di sistema contrattuale tra Associazioni Imprenditoriali e Organizzazioni Sindacali.

Successivi atti legislativi conferiscono a questo accordo il riconoscimento  di Ente Morale e già dal 1926 nella sede storica di via San Luca viene creato un ambulatorio specialistico per  l’assicurazione contro le malattie.

Ancora oggi i contributi versati dai datori di lavoro e dai lavoratori consentono di mutualizzare e gestire trattamenti economici per ferie, gratifiche natalizie, Anzianità Professionale, prestazioni  assistenziali, ma anche formazione, servizi inerenti la sicurezza dei luoghi di lavoro. Tali contributi permettono al nostro sistema edile, che per sua natura può essere discontinuo e risentire sensibilmente di una instabilità dovuta alla sempre più difficile programmazione dell’andamento produttivo, di essere così più coeso, regolare e non ultimo anche più giusto.

Per questo è importante far comprendere a tutti i soggetti che operano nel mondo delle Costruzioni, anche quelli che applicano altri Contratti e svolgono attività specialistiche all’interno del cantiere edile, il vero significato e il valore aggiunto che la Cassa Edile costituisce per tutto “il Cantiere” e cioè il motore, la garanzia e l’anima del sistema e di tutto il mondo delle costruzioni.

Dario Firsech, Vice Presidente Rapporti Sindacali, Assimpredil Ance

novembre 2016


Ti è piaciuto l'articolo?
Autore: Dario Firsech

TAGS: contratto di lavoro, imprese edili, Lavoro, rapporti sindacali

© 2018 - Assimpredil Ance - Credits